Ansia


L’ansia è un’emozione che si prova di fronte alla percezione di una minaccia, è una risposta innata che permette di attivare lo stato di allerta necessario per rispondere alla sensazione di pericolo.

E’ possibile distinguere tra:

  • Ansia fisiologica: favorisce lo stato di vigilanza necessario per affrontare determinate situazioni (per es. sostenere una prova), attraverso uno stato di tensione psicologica e fisica che porta ad una generale attivazione di tutte le risorse dell'individuo. Dopo lo stato di attivazione è possibile tornare alla condizione precedente di tranquillità. Si tratta di un sistema di protezione e di allarme fondamentale per la persona, L’ansia rappresenta un punto di forza se è contenuta entro certi limiti per concentrare le proprie risorse sul problema specifico del momento.
  • Ansia patologica: il sistema di allarme inizia a funzionare in modo non adeguato scattando in modo inopportuno quando non serve. Se l’ansia supera il limite perde le proprie caratteristiche utili perché interferisce con le normali attività e può presentarsi come risposta ad eventi che non sono realmente pericolosi. Un’ansia eccessiva porta all’amplificazione di tutti i segnali psicologici e fisiologici seppur con molta variabilità da persona a persona.

Sintomi:

Psicologici

  • stato di allarme continuo
  • forte senso di apprensione
  • paura di non riuscire ad affrontare le situazioni
  • irritabilità
  • difficoltà di concentrazione e memoria
  • disturbi del sonno
  • pensieri ricorrenti
  • preoccupazioni che limitano la capacità di pensare liberamente e di trovare soluzioni creative ai problemi
  • evitamento di tutte le situazioni considerate dall’individuo potenzialmente pericolose.

Fisici

  • respiro difficoltoso (aumento della frequenza respiratoria)
  • aumento della frequenza cardiaca
  • senso di oppressione al torace
  • vertigini
  • nausea
  • formicolio al viso o agli arti
  • stanchezza
  • tensione muscolare
  • mal di testa
  • disturbi gastrointestinali
  • alterazioni della sudorazione

L’ansia svolge una funzione adattiva permettendo, attraverso le modificazioni fisiologiche e psicologiche, di reagire con un atteggiamento di elasticità e di rielaborazione del problema. Consente di mettere in atto iniziative e comportamenti efficaci per la tutela di sé stessi e per stare bene con se stessi e gli altri. Diventa patologica quando perde la funzione di adattamento e si trasforma in un insieme di reazioni eccessive, rigide, ripetitive e inefficaci. In questo caso è opportuno intervenire per ridurre il livello di ansia e poter affrontare le situazioni in modo adeguato.